Corso di Storia dell'Arte contemporanea al Costa.

Martedì 23 ottobre presso il Liceo Classico L.Costa  piazza Verdi alle ore 15,30 avrà luogo il primo incontro del corso annuale di  Storia dell’arte contemporanea che si svolgerà tutti i martedì dalle ore 15,30 alle 17,00 presso il L. Classico.
Il corso ha durata annuale, fino a maggio, e vede impegnati molti noti docenti cittadini spesso affiancati da artisti e personalità della cultura.
Quest’anno il modulo principale è costituito dal tema: Il mare nella pittura, cultura e storia

 Il 23 ottobre primo incontro: Venezia, una città tra terra e mare, tenuto da Franca Puliti, docente di storia dell’arte e pittrice. Ogni anno il corso d’arte si sofferma su una città, lo scorso anno si trattò di Firenze, quest’anno, in sintonia con il tema del mare, si è scelto Venezia. Fondata intorno al 450 D.C. dalle popolazioni della terraferma in fuga dalle invasioni barbariche , la città è costruita su oltre 100.000 palafitte conficcate nella melma per gettare fondamenta solide su cui edificare palazzi e chiese. Un bosco alla rovescia i cui alberi nel tempo sono diventati pietre sulle quali poggia una città. Fatta di pietra ed acqua, Venezia è secondo Le Corbusier “il più prodigioso avvenimento urbanistico nella storia dell’uomo”. 

Programma generale del corso- Modulo Il mare nella pittura, cultura e storia

 L’argomento verrà trattato a partire dalla civiltà greca  (periodo minoico) e da quella romana  (museo archeologico di Napoli)  per approdare ad alcune opere medioevali (in particolare Bartolo di Fredi, il Diluvio Universale dell’atrio della Basilica di S.Marco a Venezia, le miniature tratte dal libro Livre de merveilles, l’arazzo di Bayeux, le catacombe di Roma e Napoli.)

Si passerà successivamente al periodo rinascimentale che vede in molte celebri opere il mare come sfondo a temi classici e come sfondo a temi religiosi e a quello secentesco con una scelta di opere significative. Ci si soffermerà in modo più ampio su opere ed autori del Settecento (Fontana di Trevi, Il Vedutismo di Guardi e Canaletto, Claude-Joseph Vernet), dell’Ottocento(Turner, Friedrich, Giacinto Gigante e La Scuola di Posillipo, i Macchiaioli e la scuola di Castiglioncello, Pierre Puvis De Chavanne, Delacroix, Monet, Bocklin) e del Novecento (Dufy, Derain, Bonnard, De Chirico, Carrà, Ricasso, Magritte e i  Novecentisti, Plinio Nomellini, Rubaldo Merello.)

Infine ampio spazio verrà dato agli artisti spezzini, da Fossati a Caselli,nel passato, fino ai contemporanei. docenti: R. Mezzani, G. Riu, P. Sommovigo

Un’attenzione particolare verrà riservata alla città di Venezia (Il mare e la città: Venezia  a cura di F. Puliti).Non mancheranno conversazioni in ambito letterario (G. Buffa: Mare che unisce/divide nella letteratura inglese-americana), filosofico (C.Mirabello-Metafore marine e filosofia), musicale e cinematografico.

Argomenti monografici verranno trattati da E. Acerbi, V. Cremolini, A.Polverini. E R. Mismas; le visite al Camec  saranno a cura di Eleonora Acerbi 

Per informazioni ed iscrizioni Aidea, via Manin, 27  lunedì, mercoledì, venerdì h 17,00-19,00    

                               martedì, giovedì h 11,00 -12,00   tel. – 333 9503490

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.