Miracolo a Livorno.

Miracolo all’Ardenza di Livorno!! Mister Serena lascia lo schema bi-zona (fate quello che vi pare) schierando lo Spezia con un buon 4-3-1-2 con solo due novità imposte dalle assenze dei due centrali il romeno Goian squalificato (meno male..) e Schiavi (e va be’, si fa senza..), Benedetti e Pasini sono pronti. Il pubblico è numeroso , lo Spezia macina subito gioco e il capelluto Di Gennaro sembra in palla: alcuni tocchi sono da altra categoria e i capelli sembrano finalmente avere trovato pace e non vengono continuamente toccati dal giovane. Passano pochi minuti di schermaglie e Aristoteles Okaka inventa una delle sue perle. Si insinua dopo un retropassaggio al portiere livornese e tocca la palla quanto basta per prendere fallo, rigoreeeee! Il portiere travolto da 90 chili di cioccolata lascia il campo tramortito e si prende pure il cartellino rosso (della serie cornuto e mazziato). Belli capelli Di Gennaro è sul dischetto, toccata alla chioma e tiro perfetto,goooooolll!! I 2000 tifosi spezzini al seguito saltano come grilli: “chi non salta livornese è!”. Il Livorno è un leone ferito, smette di giocare a calcio e incomincia a giocare a calci. Pochi minuti e qualche cartellino giallo e la faccenda si smorza sul nascere. 40° recupero della palla a centrocampo, ripartenza, ha la palla Di Gennario sulla sinistra, cross al centro, arriva Bovo e al volo infila la porta del Livorno, goooolllll!! 2-0 il pubblico bianconero è in delirio. Il Livorno è tramortito. Lo Spezia padrone del campo. Serena gode come un sultano. Aristoteles Okaka prima della fine del primo tempo si accascia al suolo, la caviglia toccata nell’azione del rigore non tiene. La speranza nera deve uscire. Entra Mirco Antenucci, l’ex statua di sale si muove con disinvoltura, un altro miracolo del libeccio livornese? Mah pare di si. Da segnalare il recupero di 4 minuti e un colpo di testa pericoloso per la porta di Jacobucci, perfetto in un paio di uscite precedenti. Si va al riposo. Ripresa passano sette secondi e su retropassaggio disgraziato il Livorno prende il terzo gol. San- Sovini colpisce ancora!!! Pochi minuti e l’ex statua di sale Antenucci in azione di contropiede fa il pocker e poi la cinquina. Livorno schiantato!  Ultime notazioni: esce  Porcari per doppia ammonizione , entra Mandorlini  e poi gentile dono dell’arbitro al Livorno che vale il gol della bandiera. Poco altro da segnalare se non la fuga dalla tribuna di un gabibbo vestito di giallo che ha assistito più che alla partita degli amaranto a quella degli ama-rantolo che il mister  Nicola ha schierato con il modulo bi-zona rubato a Mistrer Serena. Un po’ per uno.

Oronzo Cana’

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.