Bocciata nuova area nautica di Levanto: i cittadini questa volta vincono!

La giunta regionale della Liguria ha approvato la variante al piano territoriale della costa.

Si tratta di un atto molto importante che ha avuto ricadute dirette ed immediate anche per la Provincia della Spezia. Infatti con il nuovo piano territoriale della costa viene bocciato definitivamente il progetto di ampliamento dell’area nautica in località Vallesanta tra i comuni di Levanto e Bonassola.

Il progetto era stato oggetto di forti contestazioni in primo luogo da parte del Comitato di cittadini (Comitato Vallesanta) sorto proprio contro la realizzazione di quello che veniva definito “un nuovo scempio delle coste liguri”.

Il progetto prevedeva in particolare l’ampliamento della esistente area nautica, realizzando nuove barriere artificiali con una larghezza fino a 30 metri ma soprattutto prevedeva la cancellazione della spiaggia pubblica attualmente esistente a fianco dell’area in questione.

Il Comitato Vallesanta ha svolto in questi mesi una encomiabile azione di informazione e denuncia del progetto di ampliamento dell’area nautica, supportato supportato da associazioni ambientaliste di livello nazionali come Legambiente, Italia Nostra e Fondo Ambiente Italiano e dalla consulenza giuridica e ambientale del Dott. Marco Grondacci, esperto in procedure di valutazione ambientale di piani e progetti.

La bocciatura da parte della Regione del progetto conferma la fondatezza delle critiche avanzate dal Comitato e dalle associazioni ambientaliste soprattutto sotto il profilo del devastante impatto ambientale che avrebbe prodotto, ma anche dello snaturamento della fruibilità pubblica del litorale di Levanto per non parlare della violazione della normativa europea in materia di valutazione di impatto ambientale e valutazione ambientale dei piani urbanistici nonchè di quella sulla tutela della biodiversità, come pure delle norme regionali in materia di progettazione delle opere in materia di difesa della costa.

Come ha sottolineato il comunicato del Comitato Vallesanta: “chi rimborserà ora i 50 mila euro già pagati per questo progetto inutile?”. Forse dovrebbero essere a carico degli amministratori che hanno voluto ad ogni costo la presentazione di questo progetto chiaramente illegittimo fin nei suoi presupposti.

Ma la questione non sembra finita, ora il Sindaco ed il rappresentante della Levante Multiservizi che gestisce l’area nautica in questione hanno subito affermato che “si sapeva già che questo progetto non andava bene e ne è già pronto un altro di riqualificazione ma senza ampliamento…”.

Prima domanda: se si sapeva che non andava bene perchè è stato presentato spendendo soldi pubblici?

In secondo luogo, in cosa consiste questo nuovo progetto?

Per ora tutto tace dal versante del Comune che sembra continuare a non capire come oggi le scelte nell’uso del territorio debbano fare i conti con rigorose norme europee e soprattutto con la grande attenzione dei cittadini, sempre meno disposti a delegare le decisioni a ristrette cerchie di politici e gruppi di interessi privati.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.