Una piccola Montmartre nella provincia torinese.

Cambiano è un paese di 6000 abitanti a pochi km da Torino; da 25 anni una volta l’anno si trasforma in una piccola Montmartre. Le strade del paese si riempiono di opere di pittura (è anche previsto un concorso, con premio in denaro: i quadri vincitori vengono acquistati dal Comune e appesi nei vari edifici) con artisti provenienti da tutto il Piemonte e anche dalle regioni limitrofe (Liguria e Lombardia). Oltre alla mostra di pittura, i cambianesi possono godere anche della presenza di artisti di strada. L’edizione 2012 ha avuto luogo lo scorso 16 settembre.
Cambiano è anche il luogo di Munlab, (http://www.comune.torino.it/museiscuola/propostemusei/toeprov/munlab-ecomuseo-dellargilla.shtml) l’Ecomuseo dell’Argilla, che nasce dall’iniziativa di un’associazione culturale che ha voluto recuperare un’area dismessa, sede di un’antica fornace, facendola rinascere a nuova vita: Mulab ha trasformato una fornace centenaria e le sue cave in uno strumento di lettura del territorio, con l’obiettvo di andare oltre il luogo della memoria per essere un centro sperimentale del saper fare, un nodo didattico e di ricerca, un punto di incontro.
Ancora per due settimane, inoltre, sarà sede dell’iniziativa “Cinelegalità, La mafia raccontata dai giovani”, organizzata dal giovane Nicholas Leuci, studente di Giurisprudenza e attivista del Movimento Agende Rosse.

E per mangiare e dormire? C’è la Trattoria del Centro, che offre camere con bagno, ampie e pulite, ricca colazione e cucina tipica piemontese a pranzo e cena. (http://www.trattoriadelcentro.it/).

Il sito del Comune: http://www.comune.cambiano.to.it

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.