"Soffio di vento", un romanzo di Salvatrice Giugno

“Soffio di Vento” e’ un romanzo d’avventure, esattamente western. Hayry, Soffio di Vento, e’ una mezzosangue, figlia di un’Indiana apache e di un uomo bianco. Non si sente divisa fra due culture, perche’ non ama il mondo dei bianchi, al contrario sente fortemente di appartenere al popolo degli Apaches, vive come loro una vita fatta di pericoli e di lotta per la sopravvivenza, combatte i nemici che minacciano la sua vita, affronta la natura ostile che la circonda.

I luoghi e i paesaggi sono quelli dell’Arizona: il Grand Canyon, il Deserto di sale, i monti e le rapide del Colorado.
Il periodo storico e’ la seconda meta’ dell’800, un periodo in cui imperversano le guerre indiane. Le guerriglie e i trattati di pace si susseguono senza mai giungere ad una conclusione definitiva. Intrecciata a questi avvenimenti si svolge la vicenda personale di Hayry. La morte della madre, durante un combattimento con le Giacche Blu e l’odio verso i bianchi, che lei riuscira’ a vincere solo quando si trovera’ ad assistere alle atrocita’ della guerra civile. L’amore per Mescal, cui e’ legata sin da bambina. Lo scontro con un bandito messicano, destinato ad avere tragiche conseguenze. Non ultimo il difficile rapporto con il padre, Diamond, che si e’ rassegnato a vivere fra gli Apaches,per amor suo, ma nutre sempre il desiderio e la speranza di tornare alla civilta’ e di portarla con se’ a Washington. Continuamente tesa ad affermare la propria liberta’, sin da bambina, Hayry compie le sue scelte ignorando i desideri del padre, vive per conto suo, senza curarsi di lui; ma, quando perde l’uomo che ama, sara’ proprio l’amore per suo padre che le darà un nuovo scopo e una nuova ragione di vivere.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.