Spezia, troppo forte la capolista Sassuolo

Spezia-Sassuolo-0-2

 

SPEZIA (4-3-3): Russo 6, Piccini 5,5, Schiavi 6, Goian 6, Garofalo 6,5; Bovo 6,5 (88’ Mario Rui sv), Porcari 5 (57’ Okaka 6), Lollo 6,5, Di Gennaro 6; Sansovini 6 (70’ Pichlmann 5,5), Antenucci 5,5.. (Iacobucci, Benedetti, Crisetig, Sammarco). All.: Serena.

 

SASSUOLO (4-3-3): Pomini 7; Laverone 6, Bianco 6,5, Terranova 6,5, Longhi 6; Chibsah 6,5, Magnanelli 6,5, Missiroli 7; Troianiello 7 (Berardi 6), Boakye 6,5 (74’ Troiano sv), Catellani 7 (82’ Marzorati sv). (Pigliacelli, Bianchi, Pavoletti, Frascatore). All.: Di Francesco.

 

 

ARBITRO: Velotto di Grosseto 5.

 

MARCATORI: 31’ Missiroli; 48’ Troianiello.

 

NOTE: Spettatori 7200 circa di cui 2926 paganti (4113 abbonati). Terreno sintetico in perfette condizioni; pomeriggio soleggiato con qualche nube, giornata tiepida. Ammoniti: Schiavi, Piccini, Goian. Angoli: 6 a 1. Recupero: 2’; 5’.

 

“Fate largo arriva la capolista!” Qualcuno dice sempre così quando arriva la capoclassifica del campionato. Anche lo Spezia di mister Serena oggi si è dovuto inchinare al Sassuolo delle meraviglie di mister Di Francesco. Aquilotti privi di Madonna, con in campo gli esordienti Piccini e lo spezzino doc Lollo. Per gli emiliani il “bomber” del campionato Pavoletti in panchina.

Sassuolo che subito parte forte e mette sempre in apprensione la formazione aquilotta. E’ la corsia di sinistra degli emiliana quella che mette sempre in difficoltà la retroguardia di casa: Missiroli e Catellani fanno soffrire l’esordiente Piccini che cerca di difendersi come può. Proprio da questa corsia arriva il vantaggio della capolista:31’ Catellani per Boakye in area, assist per l’accorrente Missiroli che dal limite dell’area fa partire un tiro che trafigge l’incolpevole Russo. La reazione dello Spezia c’è ma è poca cosa di fronte ad un Sassuolo organizzato in ogni reparto, difesa compresa. Il primo tempo è tutto qua con il Sassuolo in vantaggio col minimo scarto ma il divario sembra ben più largo del risultato.

La ripresa continua con gli ospiti a tenere il gioco e al 48’ ecco il raddoppio, complice la retroguardia spezzina che, nell’occasione sembra non impeccabile: è abile Troianiello a trafiggere dalla destra la porta difesa da Russo. A questo punto gara in discesa per gli emiliani che possono controllare una gara che sino ad ora non è mai stata in discussione. Dentro Okaka e fuori un distratto Porcari. C’è reazione in casa Spezia ma ci si mettono pure gli episodi sfavorevoli, oltre una direzione non impeccabile del fischietto maremmano di turno. Al 59’ Lollo da sinistra impegna Pomini alla deviazione in angolo; al 63’ Okaka prende il palo esterno a portiere battuto dopo un bello spunto sulla destra del mai domo Bovo. Il Sassuolo controlla sempre anche se ora sono i padroni di casa a fare il massimo sforzo per rientrare in gara. Al 70’ Sansovini impegna severamente Pomini a mettere in angolo. Da ora in poi la gara andrà calando con la difesa emiliana ordinata a controllare e lo Spezia a dannarsi per segnare il gol della bandiera. Finisce tra gli applausi: oggi al “Picco” la capolista del campionato ha fatto vedere il bel gioco, anche se lo Spezia forse per un tempo non ha giocato come conosciamo. C’è poco tempo per riordinare le idee: martedì è già nuovamente campionato col turno infrasettimanale. Aquilotti ad un altro test importante: trasferta a Novara in casa di una neo retrocessa dalla serie A: il campionato è lungo.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.