Renzi a Sarzana: il nuovo che avanza?

Pare l’evento dell’anno. Renzi a Sarzana per le primarie del PD. Il Moderno stracolmo , semplici cittadini, nomenclatura del PD e molti curiosi. Noi c’eravamo. La cronaca: puntuale come un orologio svizzero alle ore 21:00 Matteo Renzi da Firenze, classe 1975 (11 gennaio),professione sindaco,  è di fronte al cinema Moderno di Sarzana accompagnato da un paio di bellezze mediterranee e da due volti noti della zona, Alessio Cavarra consigliere regionale e Yuri Mazzanti , sindaco di Santo Stefano. Brevi convenevoli con i presenti e subito sul palco. La falsariga di tutto è il futuro, i giovani,  il merito, l’Italia, vaghe visioni neo liberiste sullo schema lib-lab del nostrano Tony Blair.
Prima annotazione: il Renzi si candida alla guida dell’Italia, ma ha difficoltà ad organizzare un incontro con i suoi elettori che, in totale spregio di qualsiasi norma di sicurezza, si accalcano nella insufficiente e asfittica sala cinematografica. Le autorizzazioni? I permessi? La forza pubblica e i vigili del fuoco? Niente, va bene tutto nella Sarzana targata PD. La narrazione si addentra sugli investimenti in infrastrutture, vira nell’immaginifico , parte il filmato fra citazioni colte (non ci resta che piangere di Troisi) e richiami onirici ai detti dei nonni. E’ tutto bello, tutto condivisibile, lo slogan orecchiabile: ADESSO!
Seconda annotazione: Renzi non attacca nessuno. E’ un bravo ragazzo, se perderà le primarie si accoderà al vincente, prevedibilmente Bersani, senza protestare. Firmato Pinocchio.
Terza annotazione: ma lui le primarie le vince, ha appena incassato l’appoggio di Berlusconi che è in trattativa dopo il canale la7 per acquistare una corrente del PD, prima di acquisirlo in toto.
Quarta annotazione:Tutto ciò nello scenario idilliaco di una Sarzana tirata a festa, piena di gioventù e di iniziative, esempio di buon governo per chi sta a sinistra.
Ultima annotazione: chissà che magone tra i vecchi arnesi provenienti dalla sonnolenta e malgestita Spezia seduti nella prima fila del Moderno, cosa gli è toccato sorbirsi pur di accattonare una briciola di visibilità.
Tarda serata, Renzi e il suo staff ripartono. Il camper è lucido. Ha fatto il botto a Sarzana. Vedremo nel resto del Paese.

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.