Roma: il Ghetto Ebraico

Tra Largo Argentina e l’Isola Tiberina si trova il Quartiere Ebraico, uno dei più antichi ghetti al mondo e teatro di uno dei più tragici rastrellamenti di centinaia di ebrei nell’ottobre del 1943.

La visita del ghetto si snoda partendo da Piazza del Campidoglio: suggestivo il Teatro di Marcello, appare una piccola copia del Colosseo; il Portico di Ottavia, da qui Cola di Rienzo partì alla conquista del Campidoglio nel 1347; la duecentesca Chiesa di S. Angelo in Pescheria, sede delle prediche coatte; la Fontana delle Tartarughe, costruita verso la fine del 1500 su progetto di Giacomo della Porta.

Impossibile non rimanere affascinati dalla maestosità della Sinagoga, il più grande tempio d’Europa che mescola stile liberty e arte babilonese, e dalle bellezze del Museo Ebraico.

Attraverso il ponte Fabricio e dei Quattro Capi si raggiunge l’Isola Tiberina.

Vale la pena fermarsi a mangiare in uno dei tanti ristoranti che nel Quartiere Ebraico mantengono viva la cucina giudaico-romanesca kosher, tradizione secolare che fonde piatti tipici ebraici con ricette romane. Ho eccellentemente cenato alla Taverna del Ghetto Kosher (Via del Portico di Ottavia 8, tel. 06 68809771, www.latavernadelghetto.com): carciofi alla giudia, affettati misti kosher, goulash ebraico, baccalà alla vecchia storia, crostata di visciole e mandorle, vino bianco di Frascati.

Per dormire ho scelto un piccolo albergo, l‘Hotel Domus Tiberina, sito in uno dei vicoli più caratteristici di Trastevere, adiacente alla Chiesa di San Benedetto in Piscinula. L’edificio seicentesco, adeguatamente ristrutturato, dispone di camere confortevoli e pulite, alcune con balcone che affaccia sull’Isola Tiberina, tutte con servizi privati, aria condizionata, TV con canali satellitari. La gentilezza e la professionalità del personale renderanno il vostro soggiorno ancor più piacevole! (www.hoteldomustiberina.it, Via in Piscinula 37, tel. 06 5813648)

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.