L’Isola del Cinema di Roma omaggia Anna Magnani: il premio a suo nome.

Si è svolta ieri sera la prima edizione del “Premio Anna Magnani”, nell’ambito della XVIII edizione de L’Isola del Cinema dedicata a “Mamma Roma”. L’evento si è svolto in collaborazione con l’Associazione “Amici di Anna Magnani”, fondata e presieduta dal giovane biografo dell’attrice Matteo Persica e il MiBAC, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

Olivia Magnani, la bella nipote di Nannarella, figlia dell’adorato Luca, ha consegnato un riconoscimento alla carriera all’attrice Franca Valeri, scelta da una giuria composta da personaggi che hanno lavorato al fianco della grande attrice Anna Magnani: Osvaldo Desideri (scenografo, vincitore del premio Oscar con “L’Ultimo Imperatore” di Bernardo Bertolucci), Franco Fontana (produttore teatrale), Pietro Innocenzi (produttore cinematografico), Giuliano Compagno (saggista).

Il Premio Emergenti è andato a Lidia Vitale e un Premio Speciale al Maestro Franco Zeffirelli che negli anni Sessanta riportò Anna Magnani al teatro con “La Lupa”.

Con la conduzione della giornalista Giusi De Angelis, sul palco attori, attrici e cantanti ad omaggiare l’indimenticabile attrice romana, letture di lettere di amici e colleghi della Magnani, dichiarazioni e momenti della sua vita privata ed artistica.

Tra le performance dei vari artisti presenti, particolarmente suggestiva la lettura di Silvia Nebbia, nipote di quel Marcello Elisei, la cui tragica vicenda giudiziaria indignò ed ispirò Pasolini per la figura di Ettore, giovane e sfortunato figlio di Mamma Roma, arrestato per il furto di una radiolina e che morirà tra i deliri della febbre, legato ad un letto di contenzione del carcere.

Di Marcello Elisei aveva fatto menzione Pasolini durante un’intervista a “Noi Donne”, nel 1959. A chi gli chiedeva che cosa avrebbe scritto avendo a disposizione un giornale, il regista aveva risposto: “Avrei scritto della morte a Regina Coeli del ragazzo diciottenne Marcello Elisei. E’ un fatto che ancora non riesco a sopportare e ogni volta che ci penso devo ricacciare le lacrime in gola. Non so come avrei scritto un articolo su questa orribile morte, non sono un giornalista. Ma certamente è un episodio che inserirò in uno dei racconti che ho in mente o forse anche nel romanzo Il Rio della Grana (P.P. Pasolini, Per il cinema, vol II, Mondadori). Invece l’intenzione venne ripresa per la sceneggiatura del film, indubbio capolavoro del cinema italiano.

La serata si è conclusa con la proiezione proprio di “Mamma Roma”, nell’anno del 50° anniversario dalla uscita.

“La Magnani” ha spiegato Matteo Persica “è stata una grande attrice e una grande donna, simbolo della nostra città e del nostro Paese, valutata molto di più all’estero di quanto si faccia in Italia”.

Un’iniziativa lodevole e di successo, sposata non solo dal direttore artistico dell’Isola del Cinema, Giorgio Ginori, ma anche dal Presidente della Commissione Cultura Roma Capitale, Federico Mollicone, e da Giancarlo Governi, sceneggiatore e saggista, autore della celebre biografia “Nannarella”.

E già da oggi, al lavoro per la prossima edizione!

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.