Golfo dei Poeti Film Festival, ieri sera la premiazione.

Si è conclusa ieri sera con successo la terza edizione del “Golfo dei Poeti Film Festival Lerici”, rivolto ai filmaker indipendenti, sia italiani che stranieri, e alle Associazioni che hanno prodotto cortometraggi.

“L’intento del Festival” spiegano gli organizzatori Liana Ferrari ed Emanuele Martini “è quello di valorizzare, promuovere e divulgare il cortometraggio come forma espressiva e linguaggio artistuci, di registi emergenti e filmaker di talento. La nostra politica è quella della maggior visibilità possibile: non sono le persone che vanno al cinema, ma è il cinema che va dalle persone! E’ per questo che le proiezioni si sono svolte come sempre all’aperto”.

Quest’anno i corti in gara sono stati oltre 150, italiani e stranieri: 44 i finalisti. Di particolare spicco si sono rivelati i cortometraggi spagnoli.

La direzione artistica è stata affidata a Paolo Logli, sceneggiatore e scrittore spezzino; la giuria, presieduta da Roberto Danese (critico cinematografico e docente all’Università di Urbino), era composta dalla Professoressa Anna Maria Monteverdi (esperta in Digital Performance e docente presso l’Accademia di Brera), Renato Marengo (produttore discografico), Massimiliano Vergani (scrittore e regista) e Roberto Bocchi, attore lericino.

Madrina della manifestazione la bella e simpatica Francesca Rettondini, conduttrice televisiva e attrice.

Numerosi i premi assegnati nel corso della serata finale.

Agli alunni della 1° A della Scuola Primaria “Don A. Mori” di La Spezia è andato il premio speciale per i partecipanti più giovani, con il cartone animato “Passeggiata domenicale”.

Miglior regia a Reset, di Nicolangelo Gelormino.

Miglior Fotografia: Gomeras di Luciano Andres Gallo.

Miglior attrice protagonista: Lucia Batassa, per I frutti sperati, di Ezio Maista (Lucia Batassa, tra l’altro, è stata protagonista anche di un altro cortometraggio, L’appartamento di Giulia, di Mauro Villani).

Miglior attore protagonista: Sergio Fiorentini, per In fondo a destra, di Valerio Groppa.

Miglior costume: La bilancia, di Carlo Tozzi.

Miglior colonna sonora: Clacson, di Alessandro Melchionda (regista e musicisti saranno invitati al Festival musicale che Renato Marengo organizzerà a Roma ad ottobre).

Miglior sceneggiatura: Nostos, di Alessandro d’Ambrosi e Santa de Santis.

Miglior montaggio: Io sono morta, di Francesco Picone. (l’unico horror della rassegna)

Miglior soggetto: Iron Man, di Gonzalo Bello

Miglior corto straniero (premio assegnato per la prima volta): Violera, la cortisana, di David Casal-Roma.

Premio ai dialoghi (offerto, per la prima volta, da www.cinemaitaliano.info): Come va a finire? di Angelo Caruso, premiato assieme alla co-sceneggiatrice Rita Bugliosi.

Infine, è stato assegnato il primo premio assoluto, al cortometraggio giudicato in toto il migliore. La giuria ha voluto premiare all’unanimità Nostos, di Alessandro d’Ambrosi e Santa de Santis, attori alla prima esperienza come regia, emozionatissimi per la doppia premiazione.

Alla serata hanno partecipato anche il sindaco di Lerici, Marco Caluri e l’assessore alla Cultura, professoressa Olga Tartarini.

Gli organizzatori, il direttore artistico e i giurati si sono detti soddisfatti per il livello dei corti presentati e per il successo di pubblico: le idee per altre edizioni sono tante, quindi appuntamento all’anno prossimo!

Paola Settimini e Claudia Bertanza

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.