DINO ZAVA (CITTA' FUTURA): IL MIO IMPEGNO PER IL PALIO

 

Chi è Dino Zava?

Ho 43 anni, sono sposato , ho 2 figli e sono un ex commerciante, attualmente operaio nel settore navale. Amo la politica fin da ragazzo, faccio volontariato da sempre e sono scout. Non sono un grande sportivo, ma pratico trekking , e mi appassiona il Palio del Golfo. Sono un idealista, mi piace la disciplina, sono cattolico, non seguo le bandiere, ma le idee

Perché ha deciso di fare politica oggi?

Perché credo di poter dire qualcosa e “fare è meglio che criticare” e perché credo che i giovani abbiano bisogno di guide oneste.

E come mai in un movimento indipendente?

Appoggiare un movimento indipendente è la formula giusta per la politica, perché oggi la gente non ha più fiducia nei partiti.

Quale sono le sue idee?

Il mio settore è principalmente quello ambientale, con riferimento al turismo.

I miei obiettivi sono:

riutilizzare le aree boschive e non per il tempo libero (campeggi, aree picnic)

ripristinare la rete senti eristica della nostra città, che è una delle più belle d’Italia, ma abbandonata

potenziare il volontariato, tanto elogiato nei momenti del bisogno, ma poi dimenticato.

Un altro tema che mi sta a cuore è la battaglia per la legalità in tema di parcheggi.

Cosa intende ?

L’articolo 7, comma 8 del codice della strada limita l’utilizzo dei parcheggi a pagamento nei quartieri, alternandolo al parcheggio libero, cosa che a Spezia non succede quindi il comune comette un’illegalità.

Waterfrontsi o no?

Ma vede il problema è come? Spezia deve rinascere col turismo, ma non si può partire da un progetto imponente se prima non si realizzano progetti minori. Se la città si apre solo a un turismo di elite non abbiamo le attrattive per incrementarlo, quindi prima creiamo le attrazioni (musei funzionanti, parchi divertimento) poi attiriamo un turismo meno pretenzioso (campeggi, aree camper attrezzate, aree pullman attrezzate) che crea un fondo cassa e allora possiamo passare al Waterfront.

Parliamo di Palio. Come vede il futuro della manifestazione?

Con questa amministrazione nero, in quanto nel corso degli ultimi anni ha fatto di tutto per togliere lo scettro di regina alle borgate, inserendo nella festa manifestazioni e programmi non inerenti, che distolgono l’attenzione dal vero obbiettivo: vivere l’aria di borgata. Una tra le tante cose è togliere la sfilata alle borgate come è successo l’anno scorso, investendo più soldi di quelli che vengono normalmente dati alle borgate per realizzare le sfilate. Il palio è la manifestazione più importante della nostra città, ma la regina del palio deve restare la borgata.

Un’ ultima cosa: se non sostenesse Fiammetta Chiarandini chi sosterebbe?

Sicuramente nessuno, non perché gli altri non abbiano qualità, ma manca loro la più importante: essere una donna

Ed è importante?

Credo che la città sia come una famiglia e chi meglio di una donna amministra una famiglia? Infatti ho appoggiato il Movimento Civico Città Futura proprio perché tra i candidati schiera molte donne.

 

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.